Asma: lo sport migliora la qualità della vita

19 Sep 2017 Prevenzione asarubelapi
Asma: lo sport migliora la qualità della vita

Soffrire d’asma non significa per forza dover restare seduti tutto il giorno. A volte, la paura di avere un attacco d’asma spinge le persone che ne soffrono a muoversi il meno possibile, in realtà non c’è convinzione più errata di questa. Lo sport e l’esercizio fisico in generale aiutano ad alleviare i sintomi e a migliorare la qualità della vita, soprattutto se associato ad una sana ed equilibrata alimentazione. Un allenamento intenso e costante per i pazienti asmatici è utile ed efficace come per le persone che non soffrono di ansia: anche se di fatto non modifica sostanzialmente la funzionalità respiratoria, consente però di avere un miglioramento dei sintomi e soprattutto della forma fisica e della salute in generale.

Le attività fisiche che sono associabili maggiormente alle crisi asmatiche sono quelle impegnative, come la corsa. In genere, la crisi asmatica si presenta al termine dell’attività sportiva ed ha una durata variabile che può concludersi spontaneamente o dopo l’inalazione di broncodilatatori. In questi casi, gli specialisti consigliano una fase efficace di preriscaldamento prima di iniziare l’attività vera e propria, che prevede attività di stretching di 5-10 minuti, ma non bisogna assolutamente rinunciare allo sport. Ad eccezione degli sport subacquei, i medici consigliano che qualsiasi sport possa essere praticato anche dai soggetti asmatici: il nuoto in particolare è quel tipo di esercizio che induce meno asma rispetto a sport come la corsa.

Considerate queste premesse, l’importante è sempre consultare un medico ed effettuare gli adeguati controlli prima di intraprendere qualsiasi tipo di attività sportiva. Alcune considerazioni riassuntive:

  • L’attività sportiva rappresenta un’ottima prevenzionee, nella maggior parte dei casi, la migliore medicina;
  • È consigliabile che il soggetto asmatico, prima di intraprendere uno sport, si sottoponga ad una visita specialisticaper accertare le sue condizioni generali di salute;
  • Il paziente asmatico può praticare qualsiasi sport, a patto che eviti gli ambienti in cui sono presenti gli allergeni a cui è sensibile, faccia un adeguato allenamento attività di riscaldamento, si tenga sempre sotto controllo e eviti di praticare esercizio in vicinanza dei pasti o dell’assunzione di vaccini.
Nessun commento per questo articolo. Vuoi essere tu il primo?

Lascia una risposta

Devi eseguire il login per poter pubblicare i commenti