Colpo di frusta: stiamo attenti a non trascurare il problema

14 Sep 2017 Ortopedia asarubelapi
Colpo di frusta: stiamo attenti a non trascurare il problema

Con il ritorno a lavoro ci capita di prendere la macchina di frequente e questo ci espone al rischio di incorrere nel cosiddetto “colpo di frusta”. Tecnicamente si tratta di una distorsione accompagnata dallo stiramento dei muscoli e dei legamenti, provocati da un movimento brusco della testa.

Nel 50% dei casi di incidenti in macchina, i tamponamenti sono la causa scatenante del colpo di frusta, uno shock della colonna vertebrale che non si deve sottovalutare.  Anche se immediatamente dopo l’incidente i sintomi del colpo di frusta possono non essere avvertibili, i problemi legati a questo evento possono farsi sentire anche dopo 48 ore dal trauma e possono rappresentare causa di sofferenza e di spavento.

Alcuni sintomi che possono manifestarsi in seguito al colpo di frusta sono: dolori e indolenzimento del collo, mal di testa, acufeni e ronzii di varia natura alle orecchie, vertigini, nausea e visione disturbata.

 Il consiglio è quello di recarsi dal medico immediatamente dopo l’incidente, anche nei casi in cui non si avverta alcun dolore. Dopo alcune analisi dettagliate, il medico saprà indicare la terapia da adottare a seconda dal trauma che abbiamo subito. Nel caso in cui si sia rivelata assenza di danni all’apparato scheletrico, si consiglia al paziente un periodo di riposo, senza movimenti importanti, e con l’utilizzo di un collare cervicale semi rigido da portare quando è in piedi.

Sarà sempre cura dell’esperto valutare se occorre intraprendere una terapia farmacologica, con la somministrazione di farmaci antinfiammatori e miorilassanti. Qualora il problema dovesse persistere e si avvertissero dolori frequenti, è bene rivolgersi anche ad altri esperti, come un bravo fisioterapista, che può avvalersi di pratiche come la kinesiterapia che aiuta il soggetto a recuperare il giusto movimento, oppure la laserterapia, che attraverso il calore stimola la circolazione con effetto antidolorifico e rigenerante.

Nessun commento per questo articolo. Vuoi essere tu il primo?

Lascia una risposta

Devi eseguire il login per poter pubblicare i commenti