Cibi che aumentano le difese immunitarie

Cibi che aumentano le difese immunitarie

L’autunno è entrato nelle nostre case con le sue giornate miste del tepore della stagione passata e del fresco che bussa delicatamente alle nostre porte. Come preparare il corpo a questo cambiamento? Ci sono degli alimenti che possano aiutare  e contribuire ad affrontare il conosciuto e temuto cambio di stagione aumentando le difese immunitarie ? L’ultimo studio della  Academy of Nutrition and Dietetics ci propone degli alimenti che dovremmo introdurre nel nostro piano alimentare. Conosciamoli insieme:

  1. Brodo di pollo: Chi non ha mai assaporato la classica minestrina di fatta con il brodo pazientemente preparato dalla mamma o dalla nonna? Adesso nei grandi supermercati esistono dei brodi fatti con la stessa cura e senza additivi. Il consiglio che possiamo darvi e di controllare che lo stesso sia preparato sia con la carne che con le ossa. Questo perché quest’ultimo contiene il collagene utile per i nostri tessuti.
  2. Yogurt: E’ un toccasana per tutta la stagione per i suoi fermenti lattici che proteggono il corpo e creano difese immunitarie . Il nostro consiglio è quello di consumarlo a temperatura ambiente e meglio se bianco (lasciatelo fuori almeno 30 minuti prima di mangiarlo).
  3. Salmone: E’ un toccasana sia per il corpo che per la mente grazie alla presenza di omega 3. Ci sono numerosi integratori in commercio, ma si consiglia di assumerlo tramite gli alimenti stessi.

4 Patate dolci: Poco utilizzate, sono invece ricche di vitamina c e vitamina A. Gli antiossidanti presenti in questo tubero sono perfetti per il nostro corpo e per contrastare i virus tipici della stagione.

  1. Curcuma: E’ una spezia molto utilizzata dai popoli orientali, ma sta diventando di grande utilizzo anche in Europa. Contrasta sia la tosse che il raffreddore.

L’utilizzo di integratori non è consigliato in questa stagione, in quanto la varietà di alimenti presenti in questa stagione permette di assumere l’elemento direttamente senza l’ausilio di altre fonti.

Nessun commento per questo articolo. Vuoi essere tu il primo?

Lascia una risposta

Devi eseguire il login per poter pubblicare i commenti