Come prevenire i calcoli renali

Come prevenire i calcoli renali

Chi non ha mai sentito parlare di calcoli renali e del dolore che procurano, è sicuramente una persona molto fortunata, ma soprattutto molto attenta all’alimentazione. Purtroppo i calcoli renali sono molto diffusi, ma con la giusta alimentazione ed idratazione  possiamo allontanare questo fastidiosissimo problema. Partiamo dal principio per capire a quale patologia ci troviamo di fronte:

I dolorosissimi calcoli renali sono  dei depositi di consistenza dura che si formano per la precipitazione dei sali minerali contenuti nelle urine (calcio, ossalato, fosfati ed acido urico).

Quali sono le regole che dobbiamo seguire per proteggere i nostri reni? Vediamole insieme:

Idratazione: quando la nostra urina è troppo scura significa che non siamo ben idratati. Almeno la metà dei nostri liquidi dovrebbe arrivare dall’acqua semplice e pura (non addizionata ad anidride carbonica). Molto importante: Le bibite gassate aumentano il rischio di depositi e quindi di calcoli renali.

Sale: Il sale è uno dei nostri nemici principali perché causa disidratazione e ritenzione idrica. Dovremmo limitare la nostra dose di sale ad un cucchiaino al giorno (compreso quello che troviamo naturalmente nei cibi).

Peso: il sovrappeso stressa i reni, ma è fondamentale non cominciare una dieta restrittiva con un dimagrimento repentino. Le diete con pochi carboidrati e molte proteine aumentano il rischio di calcoli renali. Questo significa semplicemente che la nostra alimentazione deve essere varia e comprendere ogni singolo elemento.

Ossalato di calcio: Uno studio recente ha dimostrato che l’ossalato di calcio costituisce il 60% dei calcoli renali. Quali sono gli alimenti con più alto ossalato di calcio che dovremmo mangiare in minor quantità?

  • Succo di ananas o mirtillo
  • Patate
  • Spinaci
  • Anacardi e noccioline
  • Cioccolato
  • Barbabietole
  • Sedano
  • Cereali integrali

Alcol: un grande consumo di alcol porta alla disidratazione e questo, come spiegato sopra, aumenta il rischio di calcoli renali.

Caffeina: Il caffè ha molti aspetti aspetti positivi, ma dovremmo limitarne il consumo a 5 tazzine al giorno. Questo perché la caffeina è un disidratante naturale. La prova ce la fornisce il fatto che molti abbiano bisogno di bere un bicchiere d’acqua dopo aver bevuto il caffè concentrato del bar. Anche gli Energy drink sono un concentrato di caffeina e disidratazione. Da limitarne assolutamente il consumo.

Calcio e cibi: il calcio contenuto nei cibi riduce il problema dei calcoli renali. Tofu, cereali, rucola e sardine in scatole hanno un alto potenziale di calcio.

Adesso conosci tutti i trucchi per eliminare il rischio di calcoli renali. Comincia subito e noterai la differenza.

Nessun commento per questo articolo. Vuoi essere tu il primo?

Lascia una risposta

Devi eseguire il login per poter pubblicare i commenti