Gli esami a cui bisognerebbe sottoporsi già prima dei 40 anni

11 Jan 2018 Prevenzione
Gli esami a cui bisognerebbe sottoporsi già prima dei 40 anni

Erroneamente si pensa che lo screening medico debba cominciare a 40 anni, in realtà sottoporsi ad una serie di esami prima di tale età è fondamentale per tenere sotto controllo le nostre condizioni di salute e prevenire alcune patologie, alcune più comuni, altre più serie. Sottoporsi ad alcuni esami medici non deve essere, però, confuso con la medicalizzazione della propria salute: lo screening è giusto, ma senza esagerare. Vediamo quali sono gli esami più importanti a cui sottoporsi.

  • Acquisire una certa routine nei controlli dovrebbe cominciare già a 20 anni, con il vaccino anti-HPV, il papillomavirus che può causare il tumore al collo dell’utero. A questo segue il PAP TEST, un semplice esame che si ripete ogni 2-3 anni, a seconda dei risultati, e che è in grado di individuare precocemente un tumore alla cervice uterina, ma anche eventuali infezioni, come la candida o altri batteri. In caso di risultato dubbio, è bene eseguire un ulteriore test in grado di identificare il virus HPV, responsabile, ad una distanza di circa dieci anni, di un tumore della cervice uterina.
  • La visita ginecologica è fondamentale e va effettuata una volta all’anno. Attraverso l’ecografia pelvica transvaginale si tiene sotto controllo l’apparato riproduttivo, le eventuali infezioni in atto e la regolarità del ciclo mestruale.
  • Ricordarsi di chiedere al medico di base di esaminare il proprio seno attraverso l’autopalpazione è molto importante. Se il medico di base ha dei dubbi ci indirizzerà verso uno specialista che, attraverso un’ecografia mammaria, sarà in grado di distinguere le patologie benigne da quelle maligne.
  • Ogni sei mesi è necessario controllare lo stato di salute dei denti e delle mucose, quindi rechiamoci dal dentista per una pulizia profonda dal tartaro.
  • Con cadenza annuale sottoponiamoci agli esami del sangue, per comprendere l’andamento del nostro profilo metabolico. È importante tenere sotto controllo i livelli del colesterolo.
  • Controlliamo la pressione di tanto in tanto, per sapere qual è il suo andamento e se la situazione risulta normale.
  • Intorno ai 35 anni, cominciamo a sottoporci a test per valutare il funzionamento della tiroide.
  • Non dimentichiamoci di uno degli organi più importanti del nostro corpo: il cuore. Sottoponiamoci ad un elettrocardiogramma per registrare la sua attività elettrica. Si tratta di un esame veloce e indolore attraverso cui è possibile individuare eventuali patologie cardiache o aritmie.
Nessun commento per questo articolo. Vuoi essere tu il primo?

Lascia una risposta

Devi eseguire il login per poter pubblicare i commenti