Il colesterolo, perché è importante tenere sotto controllo i suoi valori

Il colesterolo, perché è importante tenere sotto controllo i suoi valori

Il colesterolo è una molecola importante per il metabolismo del nostro corpo, in quanto partecipa alla costruzione delle membrane cellulari, è precursore della vitamina D e della formazione dei sali biliari ed è una risorsa fondamentale per la costruzione degli ormoni steroidei. Sentiamo spesso parlare di colesterolo e di livelli che se superano una certa soglia possono diventare pericolosi per la nostra salute.

Nel sangue il colesterolo è trasportato dal fegato ai tessuti attraverso il sangue. La bassa intensità delle lipoproteine incaricate del trasporto del colesterolo è sintomo del cosiddetto “colesterolo cattivo” (Ldl), poiché si stratifica sulle pareti dei vasi arteriosi e crea un accumulo a livello del tessuto muscolare e adiposo.  Quando invece le lipoproteine muovono il colesterolo in eccesso nel plasma ripulendo il sangue genera invece il “colesterolo buono” (Hdl).

I valori del colesterolo totale non dovrebbero superare la soglia 200 mg-dl: il valore dell’Ldl deve restare sotto la soglia 130 mg-dl e il colesterolo buono deve abbondare con valori superiori a 40 mg-dl.

Come si fa a tenere alto il livello del colesterolo? Aumentare l’Hdl è possibile grazie ad una dieta mediterranea equilibrata, ricca di pesce azzurro, olio extravergine di oliva, frutta e verdura, fibre integrali e tè verde. Quando dalle analisi ci si accorge di avere il livello di colesterolo cattivo alto, è possibile assumere probiotici  e prebiotici che aiutino a ripristinarne l’equilibrio. Evitiamo i grassi idrogenati, che alterano la capacità dell’organismo di regolare la produzione del colesterolo e consumiamo poche quantità di formaggi grassi.

Praticare costantemente uno sport aumenta il colesterolo buono, mentre fumo e una vita sedentaria lo fanno diminuire. Cerchiamo di stare attenti all’aumento del nostro peso corporeo: manteniamo il giusto peso e facciamo attenzione in particolare all’accumulo di grasso addominale, che si associa al rischio di malattie cardiovascolari.

Se la situazione è sotto controllo, possiamo anche fare ricorso a rimedi naturali per tenere in equilibrio il colesterolo. In questo caso, dietro consiglio medico, possiamo fare ricorso al riso rosso fermentato, la cui composizione porta ad un’azione di riduzione dei valori Ldl. Dai saperi antichi arriva ai giorni nostri il cardo mariano: il suo utilizzo è molto antico e in genere viene utilizzato per la disintossicazione del fegato. L’olio di semi di lino è molto importante per tenere sotto controllo il colesterolo cattivo, in quanto è una fonte ricca di omega 3, mentre il pesce ha un alto contenuto di omega 6.

Nessun commento per questo articolo. Vuoi essere tu il primo?

Lascia una risposta

Devi eseguire il login per poter pubblicare i commenti