Il caldo peggiora le malattie: i consigli dell’OMS

30 Jul 2018
Il caldo peggiora le malattie: i consigli dell’OMS

Cominciamo con una domanda:  le conseguenze del caldo sono prevenibili? Dopo aver letto questo articolo probabilmente la risposta che ci daremo sarà  positiva.

Accendere un qualsiasi telegiornale non mette di buon umore in questi giorni: colpi di calore, anziani in pericolo e tanto, tanto caldo. Forse non sappiamo che un altro rischio del caldo è il possibile aggravamento delle malattie cardiovascolari, respiratorie, renali o mentali. L’Organizzazione Mondiale della Sanità mette in guardia su alcuni comportamenti da evitare. I professionisti della medicina devono tenersi pronti ad intervenire per i problemi causati dal caldo, ma noi essere umani possiamo provvedere in prima persona alla prevenzione.

 

Attacchi di panico o ansia: come anticipato in apertura, guardare un telegiornale in questi giorni procura ansia e attacchi di panico. Evitiamo di agitarci perché procurerebbe solamente un innalzamento della pressione. Aeriamo le stanze durante la sera/notte, ma nelle ore più calde meglio usare tende e persiane per evitare che il caldo entri in modo repentino.

 

Faccende di casa: le famiglia hanno i loro ritmi spesa, pulizie etc. oppure dei piccoli piaceri giornalieri come andare a trovare un amico. Meglio evitare queste azioni e altro nelle ore più calde. Proviamo a passare un paio di ore al giorno in un ambiente con aria condizionata per rinfrescarci. Non prolunghiamo il tempo per evitare che una volta usciti, l’impatto sia invasivo sulla pressione.  

 

Corpo fresco e idratato: e quasi scontato dire di utilizzare abiti larghi e freschi ed evitare di bere superalcolici ( anche se con ghiaccio), ma a volte le persone ragionano in modo opposto. Il caffè ( poco) puo’ servire per aiutare la pressione nei momenti di calo repentino.

 

Debolezza in arrivo: in caso di "capogiri, debolezza, ansia, sete intensa o mal di testa, spostiamoci subito in un luogo fresco, chiediamo aiuto in caso e reidratiamoci con acqua e succo di frutta non freddi. Se avessimo degli spasmi muscolari meglio bere soluzioni di reidratazione orale contenenti elettroliti.

 

Prestare soccorso: aiutare persone che passano molto tempo al sole o che soffrono dei nostri stessi sintomi è fondamentale.

 

L’OMS ogni anno aiuta le famiglie e le persone sole ad affrontare i periodi di lungo caldo.

Seguiamo questi consigli e affronteremo il periodo caldo nel migliore dei modi.  

Nessun commento per questo articolo. Vuoi essere tu il primo?

Lascia una risposta

Devi eseguire il login per poter pubblicare i commenti